Immaginare un finto matrimonio, per raccontare veri matrimoni possibili

AS IF [it were a wedding] è un format pensato per sperimentare la disciplina del “wedding curating”, applicando nel concreto la pratica curatoriale all'ideazione, progettazione e creazione di matrimoni possibili.

Il matrimonio “curatoriale” è progettato e realizzato coinvolgendo nei processi creativi artisti, designer e artigiani, che – guidati dal wedding curator – siano in grado di costruire un’estetica matrimoniale inedita, in linea con i desideri di sposi esigenti e con l’identità del luogo che ospita l’evento. 

“AS IF” è una simulazione di un matrimonio possibile. Un “finto matrimonio”, da allestire all’interno di spazi e luoghi significativi dal forte potenziale simbolico, narrativo, artistico, culturale… Una vera e propria esposizione, un’installazione temporanea che mostri le possibilità offerte dal luogo ospitante come “wedding venue” e dall’approccio curatoriale che vede appunto il coinvolgimento di artisti, designer e aziende artigiane dell’area geografica in cui ci si trova.

In uno spazio definito, verrà dunque allestita la “scenografia matrimoniale”: table setting, tableau marriage, guestbook, bomboniere e via dicendo. Il tutto sarà però “curato” e realizzato da professionisti in grado di intercettare il posizionamento e l’identità del luogo ospitante.

L’installazione sarà poi aperta al pubblico che – durante un evento esclusivo – potrà visitarla come fosse una vera e propria mostra d’arte (o un vero matrimonio…). L’allestimento verrà documentato e sarà poi a disposizione della location che potrà usarlo come strumento di promozione di sé come wedding venue capace di differenziarsi nel mercato, avvicinando coppie sensibili ai linguaggi dell’arte e della cultura (il pubblico della Biennale, per esempio) che desiderano sposarsi ma che non si sentono rappresentate dalle forme “tradizionali” del matrimonio.

"As if" - in pratica - cerca di portare in evidenza il potenziale di ogni spazio come scenografia matrimoniale al di fuori dello stereotipo, analizzando gli aspetti caratterizzanti di ciascun ambiente e proponendo immaginari nuziali possibili che si adattino e che siano all'altezza dell'identità specifica del luogo. 

***

"As if" è un progetto espositivo esportabile in qualunque luogo. Dal museo all'hotel, dalla casa privata allo spazio industriale abbandonato. 

Il processo di lavoro prevede, in ogni spazio, una serie di attività:

1_ Incontro e dialogo tra wedding curator e spazio ospitante per definire identità, possibilità, linee creative ecc.
2_ Progettazione del concetto curatoriale del “finto matrimonio”.
3_ Coinvolgimento di artisti, designer e aziende artigiane locali in grado di progettare e realizzare gli elementi creativi e le scenografie necessarie per l’installazione.
4_ Allestimento dello spazio espositivo.
5_ Apertura al pubblico dell’installazione, visitabile secondo le disposizioni del luogo ospitante.
6_ Creazione di materiale di comunicazione dell’installazione, utile per per la promozione dei propri spazi come location per matrimoni “curated”.

Photo by mama studio wedding

Comment